furcht kawai

Mattia Mistrangelo

Acustico

Nato in Italia, a Milano, ha iniziato precocemente ad avvicinarsi alla musica ed allo studio del pianoforte.

Allievo di Ottavio Minola, si è diplomato presso il Conservatorio «Giuseppe Verdi» della sua città, con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale.

Raggiungendo per primo in Italia il diploma Accademico di Secondo Livello e  altresì conseguendo nello stesso anno, in seguito agli studi con Bruno Zanolini, il diploma in Composizione Sperimentale, è stato insignito da parte delle Istituzioni Accademiche dell’autorevole “Premio Cultura”.

Dopo aver approfondito la sua formazione musicale con Gerhard Oppitz nell’ Hochschule di Monaco di Baviera e presso l’École Normale «Alfred Cortot» di Parigi con Jean-Marc Luisada, ha seguito seminari e masterclass di Kostantin Bogino.

Nel 2010 si è diplomato presso l’Accademia S. Cecilia di Roma con il massimo dei voti sotto la guida di Sergio Perticaroli.

Sin dagli anni dei suoi primi esordi ha vinto borse di studio e premi in diversi concorsi nazionali ed internazionali. Tra gli altri, fra i più recenti, il premio speciale al concorso “Ettore Pozzoli” di Seregno (Mi) (2009), il terzo premio al concorso “Ennio Porrino” di Cagliari (2009), il secondo premio al concorso “Domenico Cimarosa” di Monate (Va) (2010), il secondo premio al concorso “Silvio Bengalli” in Val Tidone (Pc) (2011), il terzo premio al concorso “Palma d’oro” di Finale Ligure (Sv), il quarto premio al “Concours Europèen de Piano” a Caen in Francia (2011), il premio speciale “USF Steinway Award” al Piano Memorial “Isidor Bajic” a Novi Sad in Serbia, il secondo premio alla “Coppa Pianisti” e primo premio al Concorso Pianistico Internazionale di Osimo (2012), il secondo premio al concorso “Luciano Luciani” di Cosenza (2013).

Si è esibito come solista nelle più importanti sale di tutta Italia, ma anche all’estero in Svizzera, Germania, Austria, Francia, Spagna, Svezia, Slovenia, Serbia e Stati Uniti (Massachusetts, Florida e Maryland).

Si è laureato in Storia Moderno-Contemporanea, con “pieni voti”, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Statale di Milano ed è docente di Pratica Pianistica presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno.

Qualcosa su Kawai

Brillantezza e profondità del suono, peso e leggerezza della tastiera, colore e dinamismo dei pedali. Se il pianoforte è uno specchio dell’anima, in esso è impossibile non ri-trovarsi. Inevitabilmente, con la famiglia Furcht, questo strumento diviene comunità.

Mattia Mistrangelo