furcht kawai

Massimo Colombo

Acustico Digitale

Compositore, arrangiatore, pianista, nato a Milano nel 1961 diplomato in pianoforte al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano sotto la guida del maestro Alberto Colombo. Ha studiato armonia, contrappunto e composizione con i maestri Davide Anzaghi e Angelo Corradini e si è dedicato in seguito al jazz sotto la guida del pianista americano Sonny Taylor. Dal 1980 intraprende un’intensa attività jazzistica partecipando sia in veste di pianista che di autore ad incisioni con numerosi jazzisti italiani tra i quali quali Attilio Zanchi, Tino Tracanna, Paolo Fresu, Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Tiziana Ghiglioni, e stranieri: Billy Cobham, Jeff Berlin, Tony Scott, Tommy Campbell, Pierre Favre, Greg Hutchinson, Peter Erskine, Darek Olesczkiewicz. Ha realizzato oltre venti cd come autore e partecipato ai più importanti festival jazz nazionali. Ha collaborato con la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Muti per la registrazione di un cd dedicato alle musiche di Nino Rota.

Del 2009 è il suo “Concerto per trio jazz ed orchestra d’archi” op. 621 presentato in prima assoluta al Festival jazz di Padova. Ha composto la musica per il video “11.45.03 il cabaret della perfezione” dei registi Masbedo, testo di Aldo Nove e con protagonista l’attore Ernesto Mahieux, le musiche per due video dell’artista Robert Gligorov e per cortometraggi animati di Massimo Ottoni. Del 2015 il suo ultimo progetto “Trio Grande” con Peter Erskine e Darek Oleskiewicz.

E’ stato ospite di trasmissioni radiofoniche e televisive dei canali RAI e RSI. E’ autore di numerose raccolte di composizioni per pianoforte e musica da camera pubblicate dalla casa editrice Carisch. Docente di pianoforte jazz al Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di  Pescara e al CPM Institute di Milano.

Qualcosa su Kawai

Kawai è stato il mio primo pianoforte a coda e l’ho sempre apprezzato per il suono brillante, ricco di armonici e per la meccanica precisa e scattante. Con la serie Shigeru c’è stato un ulteriore passo in avanti nei materiali e nel suono, quando trovo uno di questi pianoforti sul palco sono felice.

Massimo Colombo